Pittura casa: la guida alla pittura delle pareti domestiche

pitturare-casaPeriodicamente le pareti domestiche hanno bisogno, come si suol dire, di una “rinfrescata”: in poche parole, stiamo parlando della classica attività di pittura casa. Noi vi parliamo dei colori e di come sceglierli, degli strumenti necessari per la pittura e di come si procede materialmente alla verniciatura.

La pittura della casa è, inevitabilmente, un’operazione di ordinaria manutenzione della nostra abitazione da cui può sicuramente derivare un notevole miglioramento della qualità della nostra vita domestica.
Pensate al senso di pulizia e di freschezza che deriva alla vista di pareti dipinte ad arte con una colorazione che aggrada il nostro sguardo.
Siano esse bianche e colorate, le pareti domestiche hanno la capacità di comunicare qualcosa e lo fanno proprio attraverso i colori; effettuare la pittura della casa secondo le regole, quindi, assume il compito di caratterizzare gli ambienti a seconda del ruolo che essi hanno.
Scopriamo insieme come scegliere i colori e come effettuare la pittura. Se hai la carta da parati segui le indicazioni per staccarla bene.

Il valore dei colori

Perché è importante scegliere un colore differente dal bianco per la pittura casa?
I colori, è questo è un dato dimostrato scientificamente, hanno la capacità di incidere sul nostro stato d’animo: ne deriva che una parete dipinta di un certo colore può rilassarci o stimolarci.
Ma, per voler essere più precisi, sottolineiamo come il colore di una parete può dare luminosità all’ambiente (funzione tipica del colore bianco), comunicare energia, rilassare i nostri occhi, rallegrare l’ambiente e, naturalmente, anche arredare.

Scegliere i colori

Proviamo a ragionare insieme su che tipo di colorazione dare alle pareti a seconda dell’ambiente che vogliamo dipingere: prendiamo in esame i colori più diffusi per la pittura casa.
Il Bianco:
è certamente il colore più diffuso grazie alle sue capacità di illuminare gli ambienti. Ma proprio la sua diffusione spersonalizza decisamente la nostra casa e non enfatizza le peculiarità del nostro arredo. Inoltre si sporca molto facilmente.
Rosso, giallo, arancione:
presi nelle varie tonalità esistenti, rappresentano una valida soluzione per rendere gli ambienti più caldi e per caratterizzare al meglio il nostro appartamento. Pensate, ad esempio, ad una combinazione di rosso e bianco o di rosso e giallo. Tra questi, comunque, il giallo ha la proprietà di trasmettere energia e voglia di fare, proprio come il sole.
Rosa e lilla:
nelle tonalità più intense questi colori hanno la proprietà di trasmettere allegria e di dare un tocco certamente personale agli ambienti. Nelle tonalità più soft, invece, riescono con grande efficacia a rendere gli ambienti intimi e accoglienti.
Blu e verde:
si tratta di colori definiti solitamente freddi, in tutte le sfumature che è possibile dargli.
In effetti, se ci pensiamo, ci ricordano il mare, la pioggia, spazi aperti e quindi freschi. Di conseguenza possono comunicare un senso di freschezza, ma anche di rilassatezza poiché una camera verniciata di questi colori appare più ampia e sforza meno i nostri occhi.

Abbinare i colori ai diversi ambienti

Considerate le proprietà dei colori per la pittura casa di cui abbiamo appena parlato è bene capire anche come questi possono essere utilizzati nelle stanze di casa nostra.
Iniziamo con la cucina.
Essendo il principale ambiente della casa, quello in cui trascorriamo la maggior parte del tempo, è bene dotarlo di una colorazione vivace. Con la cucina possiamo certamente sbizzarrirci a dargli il tono che più ci aggrada: rispettando una combinazione che si accosti bene con il mobilio presente potremo ottenere energia dal giallo, calore dal rosso o rilassatezza dalle tonalità del blu.
Soggiorno/salotto.
Questi sono gli ambienti dove accogliamo gli amici e dove preferiamo, generalmente rilassarci. Il bianco è un colore certamente adatto, ma anche le tinte calde del rosso offrono un tocco di accoglienza maggiore. Per soffocare leggermente la loro capacità energizzante è bene, però, optare per tonalità meno accese.
Camere da letto.
Trattandosi delle camere da cui vogliamo ottenere riposo, è certamente indicato preferire quei colori che infondono appunto un senso di rilassatezza; ci riferiamo alle tonalità del blu e a tutti i colori definiti freddi come il verde, il rosa e il viola.
Ma, nel caso in cui avessimo bisogno di maggior carica al mattino, anche i colori caldi ed energizzanti come il rosso e le tonalità di giallo possono sicuramente andar bene.
Bagni
Come per la cucina, anche i bagni danno una maggior libertà di scelta dei colori. Il bianco è generalmente molto scelto grazie alle sue capacità di combinarsi bene con i sanitari, ma sono piuttosto apprezzate anche le tinte più tenui di blu e verde.

E’ possibile accostare i colori?

La scelta di accostare in un unico ambiente due colori differenti è una soluzione che molti scelgono per la pittura casa. Quindi, non solo è possibile, ma è anche una valida soluzione estetica.
Le combinazioni che esprimono una maggior armonia sono quelle che prevedono l’accostamento di bianco e rosso, bianco e blu, verde e giallo, rosso e giallo, bianco e giallo chiaro, viola e lilla. Ma, ovviamente, le combinazioni sono infinite e limitate solo dai propri gusti personali.
Un consiglio: se siamo convinti di voler assolutamente accostare due colori, ma abbiamo paura che alla lunga il colore più forte possa stancarci, possiamo prevedere questo su pareti dove lo sguardo cade con meno frequenza (ad esempio, dietro i divani, dietro il letto, in luoghi di passaggio).

Comprare la vernice

Dopo la scelta del colore per la pittura casa arriva ilo momento di comprare la vernice. Quindi è bene sapere che le ferramenta più attrezzate possono fornirci qualsiasi colore in qualsiasi tonalità noi lo cerchiamo e tutti gli strumenti necessari a svolgere le operazioni.
Per sapere di quanta vernice abbiamo bisogno è utile misurare i metri quadrati di pareti che devono essere pitturate: misurate la lunghezza di ogni parete e moltiplicatela per la loro altezza, quindi considerate che ogni parete ha bisogno di due mani di vernice.
Naturalmente è bene arrotondare per eccesso la cifra ottenuta, per coprire qualche eventuale errore, e considerare le differenze di colore tra le pareti nelle stanze in cui vogliamo accostarne due.E occhio alla eventuale muffa!

Comprare gli strumenti necessari

Insieme alla vernice, per effettuare una corretta pittura casa è necessario munirsi anche di altri strumenti.
Lo stucco, importante per richiudere buchi e per sistemare porzioni di intonaco distaccatosi.
Una spatola, sarà necessaria a stendere lo stucco sulle pareti.
La carta vetrata , invece, sarà utile a carteggiare le pareti che presentano macchie di muffa o di sporco troppo evidenti, nonché a livellare le imperfezioni e le riparazioni effettuate con lo stucco.
I rulli, naturalmente, sono indispensabili per svolgere le operazioni di pittura delle pareti. Devono essere muniti di un bastone telescopico per raggiungere anche il soffitto, e di apposite griglie per la loro scolatura.
I pennelli, uno piccolo e uno più grande, permetteranno di raggiungere gli angoli e i punti più difficoltosi da verniciare, altrimenti, con il rullo.
Fogli di plastica o nylon saranno molto utili per proteggere dagli schizzi di vernice i mobili e il pavimento.
Diversi rotoli di carta adesiva indispensabile per proteggere dalla vernice interruttori, battiscopa, griglie, ecc.
Una scala permetterà di raggiungere i punti alti più scomodi da raggiungere con il pennello perché non verniciabili mediante il rullo.

Per assistenza mirata chiama l’800 980 440