Scaldabagno Junkers non si accende

Questa è una guida che presenta tutte le possibili cause a monte del blocco del vostro scaldabagno. Un documento che ha lo scopo di aiutarvi a capire perché lo scaldabagno Junkers non si accende e, in alcune circostanze, di fornirvi semplici indicazioni per provare in autonomia ad intervenire per favorirne la ripartenza.

La sicurezza è fondamentale!

Cogliamo subito l’occasione per ricordarvi, come facciamo sempre con i clienti a cui portiamo la nostra assistenza, che la sicurezza vostra e della vostra casa è la cosa più importante, sempre. Il consiglio più importante che occorre dare anche in questa occasione è quello di non improvvisare operazioni sul vostro scaldabagno Junkers, soprattutto se non sapete esattamente cosa fare, poiché sebbene questo sia in apparente blocco e non fornisca acqua calda può causare perdite di acqua,
fuoriuscite di acqua o scoppi.

Perchè lo scaldabagno Junkers non si accende

Procediamo con un elenco descrittivo delle cause più comuni che si celano dietro il blocco dello scaldabagno Junkers: si tratta di spiegazioni molto precise dei guasti o dei malfunzionamenti che direttamente i nostri tecnici ci hanno fornito prendendo in esame i due modelli di scaldabagno del Marchio in assoluto più venduti. Tratteremo, quindi, lo scaldabagno Minimaxx e lo Junkers Hydrocompact fornendo qui indicazioni per compiere azioni in sicurezza pur ricordando che se non avete compreso esattamente cosa fare dovete desistere e contattare necessariamente l’assistenza

Scaldabagno Junkers Minimaxx: non si accende perché in blocco?

I nostri tecnici ci spiegano che nella maggior parte dei casi la mancata partenza è collegata alle seguenti condizioni che, spesso, l’utente ha la possibilità di verificare ad occhio nudo:

  • Lo scaldacqua non genera la scintilla: avvicinandovi con l’orecchio e provando a sentire il classico suono “della scintilla” del piezoelettrico, potrebbe essere facile capire se questa viene generata oppure no. La prima verifica doverosa riguarda la carica della torcia: potreste provare a sostituirla per far accendere il vostro Minimaxx. Se questo non risolvesse il problema, un tecnico dovrà intervenire per verificare il piezoelettrico e il gruppo gas.
  • Produzione difficoltosa della scintilla: potreste avvertire il classico “ticchettio” generarsi con difficoltà o a intermittenza e questo è quasi sempre causato dalla batteria quasi del tutto scarica.
  • Non si genera la fiamma sul bruciatore: ossia, potrete sentire chiaramente il suono della scintilla senza però avvertire la partenza del bruciatore che procede con il riscaldamento dell’acqua. In questo caso occorre richiedere un intervento tecnico sul bruciatore utile a determinare l’esatta natura del problema.
  • Il bruciatore si avvia ma si spegne subito: così facendo il Minimaxx non si accende definitivamente e non produce acqua calda. L’anomalia potrebbe essere imputabile al cosiddetto “ritorno dei gas combusti”: i gas non vengono espulsi correttamente per cui il sensore preposto blocca il vostro scaldabagno Junkers. Occorre un intervento urgente del tecnico per verificare lo stato della canna fumaria, della ventola fumi (estrattore) o anche del sensore stesso.
  • Pressione acqua non sufficiente: lo scaldabagno non si avvia perché la sua pressione di esercizio è troppo bassa e l’acqua in circolo non è sufficiente. Occorre che un tecnico verifichi la pressione a livello dei rubinetti o dei miscelatori di casa, ma anche l’eventuale presenza di calcare sul gruppo acqua del vostro Minimaxx
  • Pressione Gas non sufficiente: molto banalmente la rete del gas domestica sta subendo un momentaneo calo della pressione che non alimenta correttamente il Minimaxx, oppure trattasi di usura o ostruzione del gruppo gas dello scaldabagno: questo non si accende e richiede un doveroso intervento dell’assistenza.

Scaldabagno Junkers Hydrocompact non si accende

Come per il modello precedente, anche lo Junkers Hydrocompatc può presentarsi in blocco per circostanze tecniche piuttosto diffuse che vi sarà sempre molto utile conoscere:

  • Lo scaldacqua non genera la scintilla: avvicinandovi con l’orecchio per percepire il ticchettio del piezoelettrico per la formazione “della scintilla” avrete modo di intuire se questa viene generata oppure no. Un tecnico dovrà intervenire per verificare il piezoelettrico e il gruppo gasdove potrebbero essere insorti di usura o guasto delle componenti.
  • Blocco del bruciatore: sebbere voi udiate il suono della scintilla senza, la partenza del bruciatore non avviene. In questo caso occorre richiedere un intervento tecnico sul bruciatore utile a determinare l’esatta natura del problema (guasto, usura, pressione gas, corretta presenza di aria)
  • Lo junkers si avvia per due secondi e si blocca subito: è molto probabile che vi sia una condizione di insufficiente espulsione dei gas di scarico che tendono a “ritornare” nell’interno del condotto di scarico causando l’intervento del sensore dei fumi. Occorre un intervento urgente del tecnico per verificare lo stato della canna fumaria, della ventola fumi (estrattore) o anche del sensore stesso.
  • Scarsa pressione dell’acqua : lo scaldabagno non si avvia perché l’acqua in circolo non è sufficiente. Occorre che un tecnico verifichi la pressione a livello dei rubinetti o dei miscelatori di casa, ma anche l’eventuale presenza di calcare sul gruppo acqua del vostro Minimaxx
  • Pressione Gas non sufficiente: la camera di combustione, dov’è presente il bruciatore, potrebbe non essere ben alimentata di gas e ciò implica una doverosa verifica di un tecnico. Potrebbe trattarsi si scarsa pressione di gas, oppure di guasto della valvola gas o del bruciatore stesso.
  • Codice anomalia EA: la componente elettronica non riconosce la fiamma, ossia non la rileva e lo scaldabagno Hydrocompact non si accende. Non potrete far altro che richiedere assistenza poiché sarà fondamentale un controllo sull’intero gruppo combustione.
  • Codice anomalia EE e codice FA: nel primo caso lo scaldabagno Hydrocompact non si avvia perché la componente elettronica non rileva la valvola del gas; l’anomalia FA, invece, evidenzia un guasto alla Valvola. In entrambi i casi urge una verifica esclusivamente da parte del tecnico che dovrà asportare il mantello esterno e accedere alla camera di combustione dove c’è presenza di gas e sedimenti potenzialmente dannosi per le vie respiratorie.

L’importanza della Manutenzione periodica

Cogliamo l’occasione per ricordare quanto sia importante sottoporre il vostro scaldabagno ad una manutenzione annuale perché la maggior parte delle situazioni anomale su descritte possono essere proprio prevenute attraverso un controllo periodico.

La manutenzione da modo al tecnico di rilevare e eliminare situazioni fisiche che sicuramente evolveranno in una riduzione dell’efficienza di ogni componente interessata con un potenziale blocco del funzionamento dello scaldabagno

Come ricevere Assistenza a Roma

Potremo personalmente svolgere un intervento di verifica al vostro scaldabagno Junkers: vi basterà contattarci per fissare subito un appuntamento grazie all’aiuto del nostro call center tecnico.


Per assistenza mirata chiama l’800 980 440