Condizionatore perde acqua da unità interna

split bianco installato a parete

split condizionatore perdita condensa

Svolgendo assistenza ai condizionatori da oltre 30 anni non abbiamo solo acquisito molta esperienza, ma abbiamo messo a punto anche un sistema aziendale che genera alcuni dati statistici: in Pronto Roma possiamo dire che nell’ultimo anno, il 22% dei clienti possessori di condizionatori ci ha chiamato perchè il loro condizionatore perdeva acqua dall’unità interna. Pensiamo sia importante spiegarvi perchè questo accade.

Condizionatore perde acqua unità interna : ci sono soluzioni

Probabilmente, come ci spiega il nostro esperto Marco, quando il vostro split installato a parete, a soffitto o a pavimento inizia a perdere acqua voi non evidenzierete il blocco del suo funzionamento. L’aria, in effetti, continuerà ad uscire sebbene l’acqua potrebbe essere molta al punto da farvi comunque decidere di fermare il condizionatore.

La quasi totalità dei clienti che ci segnala la perdita di acqua dall’unità interna ha già optato per il blocco volontario della macchina quando ci contatta richiedendoci l’intervento presso il proprio domicilio. Tecnicamente, comunque, teniamo a sottolineare che sarebbe bene fermare il condizionatore se l’acqua che fuoriesce è molta per evitare ulteriori danni alle componenti elettroniche in esso contenute.

Marco, però, ci tranquillizza: la condizione del vostro condizionatore è assolutamente risolvibile sebbene occorra intervenire per comprendere con precisione la causa del problema.La natura del problema di perdita di acqua è tendenzialmente legata a cause tecniche di duplice natura. Può esserci un’anomalia nella gestione della condensa, oppure potreste avere nello split addirittura del ghiaccio che, sciogliendosi, riversa acqua al suo esterno.

Perchè il condizionatore perde acqua dall’unità interna

Entriamo, quindi, nel merito delle ragioni tecniche che originano la perdita di acqua. Sono due le motivazioni principali che andiamo a descrivere con l’aiuto di Marco.

Perdita di acqua per presenza di ghiaccio

Ancor prima di procedere a verificare se il vostro split interno presenti ghiaccio al suo inteno è probabile che voi stessi ne abbiate rilevato la presenza da una prima sommaria analisi.

Può sembra strano, eppure alcune condizioni del vostro impianto possono causare la formazione di ghiaccio sulle alette o a livello dell’evaporatore presente dentro lo split che avete nei vostri ambienti interni.

La causa della formazione del ghiaccio, spiega Marco, è a sua volta di duplice natura.

    • Manca gas nel circuito refrigerante: il tecnico può verificare la pressione del circuito refrigerante e intervenire in caso di valori non ottimali mediante una rcarica di gas. Il ghiaccio si forma poichè la mancanza di gas porta il condizionatore a svolgere il cliclo frigorifero in modo non ottimale e la condensa che si genera naturalmente ghiaccia sulla superficie dell’evaporatore. A volte il ghiaccio può coprire anche le alette dello split. L’acqua che vedete gocciolare è, appunto, il ghiaccio che subisce un lento scongelamento.
    • Ostruzione del circuito refrigerante: in casi molto rari, in condizioni di corretta pressione refrigerante, il gas può subire rallentamenti nel suo percorso a causa di piccole ostruzioni nelle condutture. Si tratta, in genere, di microparticelle e trucioli ferrosi o di rame che derivano dalle lavorazioni messe in atto in fase di installazione e di realizzazione delle cartelle (giunture tra condotti in rame). Il tecnico deve valutare se e come eliminare le ostruzioni poiché un’errata circolazione del gas comporta conseguenze simili ad una condizione di mancanza dello stesso (come su descritto).

Perdita di acqua per problemi su scarico condensa

Questa seconda causa è di natura meccanica e interessa il processo di scarico della condensa che si forma all’interno dello split che avete installato a parete, a soffitto o a pavimento. L’aria condensa in prossimità dell’evaporatore e viene raccolta in una vaschetta che è a sua volta collegata ad un canale di scolo.

Capita spesso che il condizionatore perde acqua da unità interna perché si determinano due cause specifiche a livello dello scarico condensa:

      • Rottura o ostruzione della vaschetta: questa è realizzata in materiale plastico e si trova generalmente posizionata al di sotto dell’unità condensante (evaporatore). Il tempo e la vicinanza con questa componente possono indebolire la platica di cui è composta, per cui movimenti errati dell’utente durante personali iniziative di pulizia o disattenzioni da parte dei tecnici in fase di assistenza possono danneggiare la vaschetta che inizierà a perdere acqua.
      • Ostruzione della vaschetta o del condotto di scarico: altra condizione che viene riscontrata davvero molto spesso è l’impossibilità della condensa di defluire perchè lo scarico viene ostruito da detriti o incrostazioni di condensa. La vaschetta si riempie e il liquido straborda fuoriuscendo dalla parte bassa dello split. Marco specifica che occorre un’analisi del condotto per individuare l’ostruzione e procedere alla sua eliminazione.

Altra segnalazione sottoposta dal nostro esperto, riguarda poi una condizione che è diretta conseguenza di una errata realizzazione del condotto di scarico della condensa. Il condizionatore perde acqua perché il tubo di scarico non è stato installato con la dovuta pendenza, soprattutto se il percorso che questo compie per raggiungere l’esterno è piuttosto lungo.

L’acqua, per scorrere, deve usufruire di una pendenza che imprima ad essa la forza per defluire e un errore di valutazione nel posizionamento dello scarico può causare il ristagno del liquido che rischia di tornare indietro del suo percorso e fuoruscire dalla stessa vaschetta di scarico.

Assistenza al condizionatore che perde acqua

Il nostro Marco, insieme a tutti i suoi colleghi frigoristi, rimangono a disposizione per interventi sul vostro impianto in caso di problemi legati a perdite di acqua

Problemi di Condensa e Pulizia Condizionatore

La condensa prodotta dall’unità interna viene abitualmente gestita dallo scarico che permette al liquido di defluire verso l’esterno. La condensa, però, ristagna nella vaschetta di raccolta che deve essere periodicamente pulita.

Il ristagno della condensa e l’umidità che questa provoca possono essere causa della prolificazione di virus e batteri come quello della Legionella, pericolosa per la salute. L’igienizzazione periodica è fondamentale per eliminare ogni rischio ed evitare la diffusione nel proprio ambiente,attraverso l’aria, di sostanze e organismi pericolosi.

Il video fornisce indicazioni anche sulla sanificazione del condizionatore insieme alle nostre modalità gestione del servizio.

Per assistenza mirata chiama l’800 980 440