Non Arriva acqua calda: motivazioni e Assistenza Caldaie

tuttofareAnalizziamo il problema dell’acqua calda che non avviva a causa di problemi alla caldaia o all’impianto termico più in generale. Solo grazie all’aiuto dei nostri tecnici esperti in caldaie abbiamo potuto analizzare la cause più diffuse. Un aiuto per capire quali potrebbero essere le ragioni per cui non arriva acqua caldaia ai vostri rubinetti di casa.

Problema: Acqua Calda non arriva

Per esperienza, abbiamo capito essere questa una delle problematiche davvero più diffuse con le caldaie domestiche. I clienti ci chiamano molto spesso per intervenire a domicilio a causa di acqua calda insufficiente, a causa della scarsa pressione, oppure di un flusso copioso di acqua del tutto fredda: statisticamente, nell’ultimo anno, questi interventi hanno costituito circa il 18% del totale delle nostre assistenze caldaie su Roma. In genere imputata principale è la caldaia, ma per precauzione i tecnici non escludono problemi meno complessi correlati, ad esempio, al calcare a livello dei filtri e dei diffusori d lavelli e docce.

Per offrirvi indicazioni precise e mirate alla maggior comprensione di questa tipologia di problemi ci siamo affidati all’esperienza del nostro tecnico Marco con cui abbiamo elencato quelle che sono le cause tecniche tendenzialmente più diffuse e probabili.

Il blocco della caldaia

Ammettiamo che quando non arriva l’acqua calda la causa in assoluto più comune è il blocco della caldaia: la caldaia può andare in blocco grazie all’elettronica che interviene per ragioni di sicurezza ed evitare guasti seri all’impianto; oppure si verificano anomalie a componenti o all’elettronica stessa che interrompono l’alimentazione della caldaia o comunque ne impediscono la partenza. Ma le cause del blocco sono disparate: noi le abbiamo trattare in una guida specifica che vi consigliamo di andare ad approfondire.

Non Arriva Acqua Calda: altre cause diffuse

Entrando nello specifico di ragioni strettamente connesse al mancato flusso di acqua calda elenchiamo le più diffuse:

Impostazione errata temperatura: può sembrare banale, ma se in estate si riduce la temperatura perché non necessitiamo di acqua bollente per la doccia, ai primi freddi la temperatura estiva potrà risultare insufficiente. Può, quindi, bastare regolarla nuovamente innalzando il parametro del valore minimo. Potrete agire da pannello di comando regolando la manopola o, se digitale, impiegando i pulsanti “+” e “-” associati alla temperatura del circuito acqua calda sanitaria.

Guasto al crono-termostato: occupandosi di gestire la caldaia in base alla temperatura esterna ed interna a casa, un suo guasto elettrico può inficiare sul funzionamento e sulla produzione di acqua calda. Non è affatto banale; seppur installato in casa, questo comando a distanza agisce direttamente sulla caldaia. E’ munito di sensore di temperatura e, generalmente, dispone di un piccolo quadro comandi. Se funziona male o se risultasse fuori uso la caldaia potrebbe avere seri problemi ad avviarsi e a fornire accqua calda.<

Calcare nelle tubazioni: se le tubazioni interne o esterne alla caldaia sono occluse dal calcare, ne deriva proprio una mancata erogazione di acqua calda ostacolata dalle incrostazioni. Occorre un lavaggio chimico e l’applicazione di un addolcitore per l’acqua. Tutte le caldaie subiscono la formazione di calcare: l’acqua è ricca di calcio che alle alte temperature si solidifica riducendo il flusso nei circuiti dell’impianto. Gradualmente le pressione idrica si riduce fino a quando, nelle situazioni più gravi, si determina il blocco della pompa idraulica della caldaia che non erogherà più acqua calda.

Anomalie funzionamento scambiatore: se l’acqua non scorre bene nello scambiatore della caldaia e si ha un flusso irregolare di acqua o una produzione insufficiente di acqua calda. Anche qui la causa potrebbe essere la presenza eccessiva di calcio: questa componente, infatti, è spesso la prima ad essere soggetta proprio delle occlusioni di calcio.

Valvola a Tre vie danneggiata o incrostata: da tenere in considerazione soprattutto se si nota che non arriva acqua calda ai rubinetti o alla doccia mentre i riscaldamenti domestici funzionano regolarmente. La valvola, infatti, devia il flusso di acqua o verso i radiatori o verso i sanitari. Se questa si danneggia non riesce più a deviare correttamente il liquido che, di conseguenza, può non arrivare a destinazione.

Scarsa Pressione Acqua: una caldaia ha la funzione di riscaldare l’acqua, sia per rifornire i rubinetti che i radiatori. Quando l’intero impianto presenta una scarsa pressione idrica, questo ha ripercussioni sulle prestazioni generali e l’acqua calda può non essere erogata (ve ne è poca nel circuito). Il nostro consiglio è quello di verificare la pressione mediante il manometro (simile ad un orologio, ma con una sola lancetta) dove la pressione è indicata in bar: una caldaia in regola deve avere la pressione compresa tra 0,5 e 1,5 bar. Per comprendere perchè la pressione può calare ma anche per sapere come ripristinarla abbiamo realizzato alcune guide dedicate alle più importanti Marche di caldaie: potete leggere nella specifica sezione del sito.

Assistenza Caldaie a Roma

Il nostro lavoro è quello di prestare attenzione su caldaie guaste.
Operiamo a Roma dove, se la vostra caldaia continua a non produrre acqua calda, possiamo offrirvi tutto l’aiuto tecnico di cui necessitate. Ma siamo sempre a disposizione per fornirvi info e spiegazioni utili.

Nel video, il nostro Franco, esperto in caldaie, descrive le modalità con cui gestiamo il servizio di assistenza caldaie a Domicilio.

Assistenza Caldaie Roma_ ITC srl Roma

Per assistenza mirata chiama l’800 980 440